Estate e mare

L’estate è arrivata e la voglia di caldo mare e spiaggia si fa sempre più forte. Abbiamo prenotato un albergo oppure riaperto la casa delle vacanze e siamo pronti a goderci finalmente le tanto meritate ferie in relax e sicurezza. Sì, perché anche quest’anno saranno da rispettare alcune regole dettate dalla pandemia alle quali non eravamo abituati ma esistono da sempre altre regole elementari comportamentali che purtroppo pochi osservano.

affittare un ombrellone non equivale a diventare padroni della spiaggiaCominciamo col dire che affittare un ombrellone non equivale a diventare padroni della spiaggia. Quindi tenete ben presente le regole del rispetto degli spazi aldilà della pandemia perché a nessuno fa piacere trovarsi sotto il proprio ombrellone ciabatte, occhiali, salvagente, secchielli o palette dei bambini di proprietà altrui. Inoltre, non dimentichiamo che ad ogni ombrellone corrisponde una zona d’ombra propria pertanto non invadiamo l’ombra altrui solo perché questa ci sembra più comoda come posizione. Se avete necessità di cambiare posizione del vostro lettino, mentre vi spostate, evitate di saltare sulla roba o teli altrui, riempiendoli di sabbia solo perché la sabbia scotta! I vostri vicini non vi hanno preparato un red carpet dove potervi muovere!

Bambini: evitare di disturbare i vicini Ricordiamoci anche quando parliamo di bambini che questi hanno il dovere di divertirsi ma è altrettanto doveroso che i genitori li sorveglino in modo da evitare di disturbare i vicini con schizzi d’acqua lanci di sabbia o urla ad alto volume. E a proposito di alto volume il cellulare è buona educazione silenziarlo, nel rispetto di chi vuole leggere un libro in santa pace o fare un breve sonnellino. Anche il tono della voce va tenuto basso… al vostro vicino o addirittura all’intera spiaggia non interessano le vostre telefonate! Le stesse identiche regole valgono per la musica, se volete ascoltarla non per nulla hanno inventato gli auricolari!

Bagno? Abbiate l’accortezza di non schizzare gli altriFate parte di coloro che non riescono a stare fermi in spiaggia e dovete giocare, correre, muovervi a tutti i costi? Ben venga, ma la vostra libertà di movimento termina a una distanza di sicurezza dagli altri. Quindi o trovate un bagno che ospiti uno spazio dedicato alle attività fisiche dove giocare a frisbee, a racchettoni a beach volley oppure fatelo sul bagno asciuga avendo l’accortezza di non schizzare gli altri. 

E come comportarsi sulla battigia? Innanzitutto, entriamo in acqua evitando di spruzzare come se fossimo una fontana in piena attività o peggio una carica di bisonti inferociti intenti a scappare dai cacciatori, il criterio è sempre lo stesso, rispettiamo coloro che in questo caso vogliono bagnarsi lentamente quindi diciamo anche un bel NO ai tuffi acrobatici!

Ricordiamo che facciamo parte in quel momento di una comunità eterogeneaE sempre sotto l’ombrellone ricordiamo che facciamo parte in quel momento di una comunità eterogenea che può non apprezzare alcuni gesti che facciamo in nome della nostra libertà.  Parliamo del topless. È di buon gusto sfoggiarlo, se proprio non potete farne a meno, solo se avete un fisico e un’età che ve lo permettano, inoltre, sarebbe opportuno indossare, quando vi alzate un pareo o il sopra del costume stesso. Altra buona regola da rispettare è che il cambio del costume bagnato non va fatto sotto l’ombrellone con un asciugamano avvolto alla vita ma cambiatevi in uno spogliatoio o nello spazio doccia al chiuso che ogni bagno mette a disposizione gratis. Non tutti potrebbero apprezzare il vostro spettacolo!

E se da sotto l’ombrellone volessimo spostarci per andare a mangiare un boccone al bar o ristorante della spiaggia? In questo caso ricordatevi sempre di farvi una doccia per evitare di inondare le sedie con la sabbia, per gli uomini è opportuno indossare una maglietta e per le donne coprirsi con un pareo. Ma se il pasto vogliamo consumarlo sotto il nostro ombrellone, ecco che anche in questo caso il galateo viene in nostro soccorso. Prima regola è evitare pietanze elaborate che creino profumi e odori molto forti e che possano dare fastidio ai vicini anche se vi sembra che le vostre lasagne siano le più buone del mondo. Meglio dei cibi freschi, già porzionati e tagliati o dei sandwich, dello yogurt o della frutta. Avvertenza importante in quasi tutte le spiagge oggi è attiva la raccolta differenziata, non fate finta di niente e non gettate tutto in un solo contenitore. 

Vogliamo parlare dei fumatori che buttano in mare i mozziconi di sigaretta o li seppelliscono nella sabbia? Aldilà del Galateo, non si fa! Procuratevi un contenitore per spegnere e raccogliere le vostre cicche per poi gettarlo nei cestini. 

Tenete sempre ben presente che la vostra vacanza non deve rovinare la vacanza del vostro vicino e degli altri, le regole nascono per portare rispetto agli altri e quindi anche a voi stessi. Con piccoli accorgimenti e semplici gesti ognuno può godersi la vacanza al meglio in pace e armonia con tutti.

Buona Vacanza!